Stare dentro

E’ davvero un viaggio qui alla MaMa. Un viaggio di creazione e convivenza. Un viaggio di relazioni e interrelazioni. Anche con la natura forte che ci circonda, cacciatori compresi! Qualche sparo mattutino è forse momento d’incontro meno dolce con il mondo degli umani… Il cibo preparato e consumato insieme è  momento d’amore e di svacco. Il resto è silenzio. Lavoro. Ricerca. Spazio che cerca di riempirsi di significato. Lasciare andare. Anche la sofferenza che sale affrontando un argomento di questa portata…

Ni Una Mas è per tutti noi possibilità di esprimere un punto di vista sulla violenza. Più che mai frequentata in questo tempo di dichiarazioni e dichiarazioni sul rispetto dei diritti dell’uomo. E della donna.

E il mio obiettivo qui per ora è sempre lo stesso: come fare a dare vita ad una storia.  Perchè il mio lavoro alla fine è questo… Come rendere la storia di carne e di voce le parole. Rispettare il senso e il significato.

Mi piace molto improvvisare.

Mi permette di toccare e sentire appunto con corpo e voce il pensiero. Io sono un tramite tra lo scritto, il suo autore e l’idea/obiettivo del regista. In sostanza sono a servizio del racconto, non è il racconto che è a servizio mio. Come la natura. E come la creatività. E spesso la direzione la da l’animale-spettacolo, dove lui vuole andare, dove insiste e sfonda il muro per poter vivere. Azione dopo azione e poi parola dopo parola, tutta la “storia” si incarna. E non è più nostra…occorre avere pazienza e ascoltare molto più le sue ragioni che le nostre… Perchè dare vita ad una storia che tocca un argomento simile è una bella responsabilità!  

Quanto è forte l’azione drammatica dentro al racconto? E qual è la vera azione? E il significato profondo? Che peso hanno le parole… Le parole con cui affrontiamo questo argomento? Io continuo ad averne poche di parole.  Tutti noi cerchiamo  azioni utili…                                                                                                                                                                                                                                  Cerchiamo il modo migliore per stare dentro. E per dire il più chiaro possibile. Passo dopo passo… Una cosa alla volta… C’era una volta…

Questa voce è stata scritta da giovannascardoni e pubblicata il ottobre 13, 2012 su 12:28 am. È archiviata in Italiano, La MaMa Umbria con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: